Coronavirus: smart working autorizzato anche in assenza di accordi individuali, il decreto in GU

25 febbraio 2020

È stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale n. 45 il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020 recante “Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19". All’art. 3 le disposizioni per il lavoro agile, detto anche smart working.

Di regola lo smart working può essere attivato sulla base di un accordo tra impresa e lavoratore. Tuttavia il decreto 6/2020 del Presidente del Consiglio dei Ministri, all’articolo 3, stabilisce che «nelle aree considerate a rischio nelle situazioni di emergenza nazionale o locale» (non meglio identificate) la disciplina contenuta negli articoli da 18 a 23 della legge 81/2017 può essere applicata «in via automatica» anche senza accordi individuali. 

Il ministero del Lavoro ha precisato che l’agevolazione riguarda solo gli 11 Comuni dell’allegato 1 al Dpcm; inoltre il Dpcm ha validità solo per 14 giorni, fino al 7 marzo.

Archivio news

 

News dello studio

mar23

23/03/2021

Non punibile per frode processuale il datore di lavoro che altera i luoghi ove è avvenuto l’infortunio

Pronunciandosi su un ricorso proposto avverso la sentenza con cui la Corte d’appello aveva confermato, anche agli effetti civili, la condanna nei confronti di un datore di lavoro per una serie

mar23

23/03/2021

Videosorveglianza senza accordo sindacale: lecita solo se l’unico scopo è la tutela del patrimonio

L’installazione di un impianto di videosorveglianza, in assenza di accordi sindacali, è lecito solo quando ha come finalità la tutela del patrimonio aziendale e soprattutto quando

ott22

22/10/2020

La responsabilità del legale rappresentante di società cooperativa per l’infortunio del socio lavoratore

In tema di sicurezza sui luoghi di lavoro, i soci delle cooperative sono equiparati ai lavoratori subordinati e la definizione di "datore di lavoro", riferendosi a chi ha la responsabilità della